Progetto “Autonomy GM”

Settori
Progetto “Autonomy GM”
Descrizione

Nel 2001 inizia la collaborazione con il colosso mondiale General Motors. Lucchi R. Elettromeccanica stipula con l’azienda di Detroit un contratto di progettazione e propotipazione di motori per il progetto “Autonomy GM”, punta di diamante della futura auto a idrogeno, annoverando l’azienda riminese come fornitore ufficiale GM. Lucchi R. Elettromeccanica ha in seguito sviluppato la motoruota per la "Sequel" di General Motors, con una potenza all'asse di 25kW a 750 rpm con una coppia di picco di 800 Nm. Le parti attive della macchina hanno una massa complessiva di 20 kg.